vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Dottorato di Ricerca in Studi sul Patrimonio Culturale

Struttura proponente
Dipartimento di Beni Culturali

Indirizzi e Tematiche di ricerca

Con la corrente definizione di «Patrimonio culturale» si intende il lascito di testimonianze tangibili e intangibili che una data società ha ereditato dal proprio passato riconoscendole come elementi della propria identità. Gli studi ad esso dedicati sono divenuti pratica comune negli ultimi due decenni a motivo del forte impatto che la conoscenza, trasmissione, valorizzazione e tutela dei beni culturali hanno sulle forme di coesione sociale, sulle tradizioni civili e lo sviluppo economico delle società.
Questo ambito di ricerca si caratterizza per un forte approccio interdisciplinare. Tre, infatti, sono i principali filoni che concorrono alla elaborazione di un metodo scientifico per lo studio del patrimonio culturale. In primo luogo, l’indagine sui processi storici che hanno consentito ad un «bene» di essere percepito come «culturale» nella mentalità collettiva delle società che lo ereditano. In secondo luogo, la conoscenza del «bene» in sé, sotto il profilo del contenuto, della forma, del significato, della materialità. In terzo luogo, l’impiego della tecnologia scientifica necessaria per il suo restauro, conservazione, tutela e valorizzazione al fine di consentirne una fruizione pubblica.
Gli obiettivi formativi del dottorato in Studi sul patrimonio culturale / Cultural Heritage Studies sono quelli di fornire una preparazione superiore ai futuri dottori di ricerca in uno degli indirizzi che ne compongono la struttura. Tale preparazione consentirà loro di intraprendere una futura carriera nell’ambito della ricerca universitaria oppure nei segmenti «alti» del mercato del lavoro italiano ed internazionale dei beni culturali (enti pubblici statali o locali incaricati della conservazione e tutela dei beni culturali; biblioteche e archivi; pinacoteche e musei; aziende private specializzate in allestimenti espositivi e nel trattamento di gestione dei nuovi media)Il dottorato si articola concretamente nei seguenti curricula:

◾Patrimonio culturale di civiltà mediterranee e orientali: Bisanzio, Ebraismo, Iran, Vicino Oriente (manoscritti, documenti, epigrafi, sigilli, monete, edilizia e architettura, arte figurativa, cultura materiale, tradizioni etnolinguistiche)

◾ Forme, oggetti e trasmissione della memoria culturale (conoscenza, trasmissione e ricezione dell’immaginario religioso; conoscenza, trasmissione e ricezione del patrimonio musicale; patrimonio culturale: sistema educativo e public history; collezionismo, conservazione e ricezione del patrimonio storico-artistico; tecniche e metodi per la conservazione dei media audiovisivi nell’epoca digitale; scienza del libro e del documento).

◾Metodologie e tecniche per il restauro e la conservazione dei beni culturali (metodologie e tecniche analitiche per la caratterizzazione dei beni culturali, inquinamento atmosferico e degrado dei monumenti e degli ambienti storico-artistici; monitoraggio micro e macroclimatico di musei, biblioteche e archivi; restauro, conservazione e manutenzione dei beni culturali; studio archeometrico di materiale archeologico; antropologia fisica e paleobotanica).

Contatti

Salvatore Cosentino

Professore ordinario

Dipartimento di Beni Culturali

Via Ariani 1 Angolo via Diaz

Ravenna (RA)

tel: +39 0544 9 36 733

tel: +39 0544 9 36 745

fax: +39 0544 484 717

Informazioni aggiuntive
Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Studi sul Patrimonio Culturale