vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Conclusa la prima stagione del progetto nell'ambito del programma di mobilità inter-universitaria Iran-Italia “Pietro Della Valle”

  • La delegazione del DBC in visita a Naqsh-e Rostam Clicca per ingrandire
    La delegazione del DBC in visita a Naqsh-e Rostam
  • La delegazione del DBC ricevuta dal Preside della facoltà di Lettere e Scienze Umane della Shiraz University Clicca per ingrandire
    La delegazione del DBC ricevuta dal Preside della facoltà di Lettere e Scienze Umane della Shiraz University
  • Un momento del convegno nella Mostafavi Audience Hall della Shiraz University Clicca per ingrandire
    Un momento del convegno nella Mostafavi Audience Hall della Shiraz University
  • La delegazione del DBC in visita a Persepoli Clicca per ingrandire
    La delegazione del DBC in visita a Persepoli
  • Programma Pietro della Valle Clicca per ingrandire
    Programma Pietro della Valle

Dal 15 al 22 settembre 2018 si è svolta presso l’Università di Shiraz (Iran) la prima stagione del progetto presentato dall’Università di Bologna e selezionato dal MIUR per il finanziamento nell’ambito del programma di mobilità “Pietro della Valle”, frutto della collaborazione tra il MIUR e il MSRT (Ministry of Science, Research and Technology) della Repubblica Islamica dell’Iran.

Il progetto di Unibo è frutto di una collaborazione già esistente tra le università di Bologna e Shiraz nel settore dell’archeologia, con scavi congiunti nell’area di Persepoli, e ha avuto come fine principale quello di estendere la collaborazione ad altre aree dei beni culturali.

Coordinato per la parte italiana dal Prof. Pierfrancesco Callieri, professore di Archeologia dell’Iran preislamico presso il Dipartimento di Beni Culturali del Campus di Ravenna, e per la parte iraniana dal Prof. Alireza Askari, professore di archeologia della Shiraz University, il progetto “From Past to Future: cultural heritage as an instrument for a sustainable development” ha visto la partecipazione di otto tra docenti, assegnisti e dottorandi del Dipartimento di Beni Culturali (P. Callieri, A. Volpe, M.C. Carile, M. Orlandi, S. Fiorentino, E. Matin, con relazioni di A. Iannucci e M. Vandini lette in absentia) e undici docenti iraniani (A. Askari, K. Abdi, P. Khaefpanah, A. Emami, A. Keyrandish, M. Mirza-Abolqasemi, M. Nadim, K. Fattahi, M. Dashtizadeh, A. Zare Khalili, S. A. Foruzani). 

Durante la missione in Iran, oltre agli incontri tenuti con i Presidi della Facoltà di Lettere e Scienze umane (Prof. Hajiani) e  di Arte-Architettura (Prof. M. Bazrgar) dell’Università di Shiraz, i partecipanti hanno effettuato visite approfondite dei siti di Persepoli, Tol-e Ajori (sito oggetto degli scavi congiunti Unibo-Shiraz University), Firuzabad e Bishapur e discusso sulle possibili misure per una migliore valorizzazione di questi siti legata a progetti di sviluppo sostenibile.

L’attività di maggiore rilievo del programma ha visto i membri della delegazione di Unibo impegnati in un seminario congiunto svoltosi nella prestigiosa Mostafavi Audience Hall della Shiraz University, relativo a tematiche di archeologia, archeometria, storia dell’arte e patrimonio digitale. Le 24 relazioni dei colleghi italiani e iraniani, tenute in inglese o in persiano con ampi riassunti nelle due rispettive lingue, hanno toccato numerosi punti di reale interesse metodologico e contenutistico e sollevato vivaci discussioni tenute nella giornata conclusiva.

La soddisfazione per l’ottima riuscita di questa iniziativa, confermata da un analogo riscontro presso i colleghi iraniani, è grande ed è doveroso un sentimento di gratitudine verso i due Ministeri per l’ideazione del programma “Pietro della Valle”, che ha prodotto e produrrà un approfondimento dei rapporti tra le università di Bologna e Shiraz nel settore dei beni culturali.